Di riflesso…

Dal Diario di Sunita…

Questo diario è una cretinata.
È un’idea della mia maestra per farmi scrivere. Ma io non ci scrivo niente.

“Guardate come balla!”, ovviamente in romanès e non in italiano. […] Io un po’ mi vergognavo, però ero anche felice e allora ho ballato benissimo.

Quando scrivo il mio nome da qualche parte non me ne accorgo. Cioè non sto attenta al fatto che lo sto scrivendo. Lo scrivo e basta e poi me lo dimentico.

La manifestazione era bellissima. Noi avevamo preparato uno striscione con scritto “SIAMO UMANI”, come al concerto. Modestamente l’idea è stata mia anche questa volta. Intorno alla scritta c’erano le impronte delle nostre mani tutte colorate.

Ehi, sono sul giornate! Davvero! Hanno messo una foto enorme di me e Marta abbracciate con la scritta: “A scuola d’amore”.

Io alle medie ci vado di sicuro. Mi sono già fatta regalare la sveglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...